Il cambiamento è positivo, ma che fatica a convincere le persone a cambiare

Sono tra i responsabili di una piccola squadra di calcio giovanile; nei giorni scorsi ho partecipato a una riunione organizzata dalla locale sezione della Federazione avente per oggetto la “dematerializzazione delle iscrizioni e dei tesseramenti”.
Nulla di particolare, semplicemente sarà introdotta una nuova procedura che non prevede più l’invio di tutta la documentazione, ma la loro scansione, accompagnata da un semplice sistema di “firma digitale” per autenticare la procedura di invio.
Apriti cielo, mai fu più vera la frase, attribuita al Presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson (1913-1921): “Se si vuole fare i nemici, prova a cambiare qualcosa", tutti a chiedere ma soprattutto a preoccuparsi, senza vedere quelli che, superata una fase di rodaggio, saranno i vantaggi del sistema.
L’ennesima dimostrazione di quanto sia vera l'affermazione di Wilson. Il cambiamento di un organizzazione non avviene facilmente, ci si deve lavorare, andando, spesso, contro ad abitudini e comportamenti consolidati formatesi nel tempo.
Mi sono così ricordato di un post letto qualche tempo fa, dal titolo “5 Ways to Convince People Change is Good (or at Least Not too Bad)”, scritto da Diana Davis e pubblicato sul sito PEX - Processes Excellence Network.
Così, ritorno a scrivere qualche pensiero sul tema del cambiamento, tema che, volenti o nolenti, coinvolge tutti noi, e non solo sul lavoro!!
 Le cinque idee elencate da Diana Davis per supportare il cambiamento, e convincere le persone che il cambiamento è positivo, sono:
  1. Comunicare il bisogno impellente di cambiamento
  2. Coinvolgere le persone nel processo di cambiamento
  3. Essere pronti ad adattare i propri piani in base al feedback
  4.  Impegnarsi in prima persona nell'implementare il cambiamento, non solo a parole
  5. Non tutto e subito, ma attenzione a non perdere troppo tempo





Le caratteristiche di un sistema di Enhanced Risk Management

Un interessante post firmato da Greg Hutchins, sul blog del sito www.insights.cermacademy.com/ pone in evidenza le caratteristiche, o meglio gli attributi, che deve avere un sistema di Risk Management Potenziato (Enhanced Risk Management – ERM), così come definito dall’allegato A della ISO 31000 .
Greg Hutchins elenca gli attributi attraverso i quali un’organizzazione essere in grado di progettare e implementare un sistema di gestione del rischio appropriato per l'organizzazione stessa.  

CX: do the Japanese do it better?

Segnalo questo interessante convegno:

CX: do the Japanese do it better?

per maggiori informazioni, potete collegarvi a questo link

Printfriendly